Diritti Umani e PaceNewsSCORPSISM

SCORP NEWS: La fragile democrazia del Myanmar tra Golpe e proteste

Da oggi diamo avvio ad una nuova rubrica, dal titolo SCORP NEWS.
Tratteremo in breve alcuni degli eventi di attualità che meritano di essere diffusi, analizzando le violazioni dei principali Diritti Umani nel mondo.
Il nostro primo appuntamento avrà come tema il Myanmar.
L’1 Febbraio 2021, l’esercito militare del Myanmar effettua un golpe, sotto la guida del generale Min Aung Hlaing, alle soglie del suo pensionamento previsto per il 3 Luglio.

I motivi ufficiali del golpe sono le presunte irregolarità durante le votazioni dell’8 Novembre 2020, tramite quali è stata eletta Aung San Suu Kyi, leader della Lega Nazionale per la Democrazia, che da decenni lotta per la democrazia e la fine della dittatura militare. 

La neo-eletta è stata arrestata, così come altri leader politici del partito. L’esercito militare ha dichiarato lo stato d’emergenza e che il trasferimento dei poteri avverrà dopo lo svolgimento di elezioni libere ed eque.

Nel frattempo sono state fortemente ridotte le telecomunicazioni del Paese: linee telefoniche tagliate, accesso a Internet bloccato e trasmissioni televisive interrotte.

In seguito al colpo di Stato, si sono susseguite numerose proteste pacifiche a sostegno della democrazia, che l’esercito ha represso con la violenza.

Secondo l’Aapp (Associazione per l’assistenza ai prigionieri politici) sono state uccise 600 persone dall’esercito birmano dal 1 Febbraio e 2.847 sono finite in carcere.

Sul fronte internazionale, le Nazioni Unite avrebbero voluto rilasciare una dichiarazione che incitava al rilascio dei detenuti e al ripristino della democrazia, ma Cina e Russia si sono opposte.

I ministri degli esteri di Francia, Stati Uniti, Germania, Italia, Regno Unito e Giappone nel contesto del G7 hanno rilasciato una dichiarazione in favore della democrazia e del popolo del Myanmar.

#scorpnews #myanmar #golpe #g7 #UN #sism #scorp

Fonti

https://www.impakter.it/myanmar-dal-colpo-di-stato-alle-proteste-cosa-succede/ 

La Repubblica

https://www.wired.it/attualita/politica/2021/02/03/a-che-punto-e-il-colpo-di-stato-militare-in-myanmar/?refresh_ce=