Diritti UmaniNewsNews DidatticaSalute PubblicaSCOPHSISM

Earth Hour 2020

In occasione dell’Earth Hour, evento internazionale ideato e gestito dal WWF con l’obiettivo di richiamare l’attenzione sulla necessità urgente di intervenire sui cambiamenti climatici, il SISM Palermo si fa promotore del legame fra il surriscaldamento globale, causato dall’inquinamento atmosferico, e la salute pubblica.

Ad oggi i principali responsabili dell’incremento delle temperature sono:

  • I combustibili fossili, che vengono bruciati senza limiti per produrre energia (72,5% delle emissioni complessive)
  • I combustibili utilizzati per soddisfare l’elettricità e il riscaldamento (32,6%)
  • I combustibili per il settore dei trasporti, come automobili ed aeroplani (14,2%)

L’inquinamento atmosferico è inoltre responsabile in Italia di circa 30mila decessi ogni anno per il particolato fine (PM 2.5), pari al 7% di tutte le morti, oltre ad essere il responsabile di patologie respiratorie, portando un incremento dei tassi di ospedalizzazione.

In seguito all’attuale emergenza sanitaria e alle manovre di prevenzione del contagio, si è assistito ad una notevole riduzione delle emissioni nocive (particolarmente evidente per l’NO2 o diossido d’azoto).

Perché utilizzare l’NO2 come parametro di riferimento per valutare la riduzione delle emissioni? Poiché è il primo a cambiare a breve termine ed è meno influenzato dalle condizioni climatiche.

Tutto ciò ci permette di capire che, per cambiare le sorti del nostro futuro , è strettamente necessario intervenire mutando la nostra struttura economica, affidandoci a fonti rinnovabili.

Siamo la prima generazione che ha un’idea chiara dell’impatto dei cambiamenti climatici, ma siamo anche l’ultima che può agire per salvare il pianeta, e dunque evitare le conseguenze molto gravi sulla salute dell’uomo.

Fonti: